IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.)

 

 L'Imposta Unica Comunale, è un tributo istituito con la legge di Stabilità 2014.

Questa nuova Service Tax più che una vera e propria imposta è una sorta di contenitore che racchiude in sé tre distinti tributi: Imu, Tari e Tasi.

La IUC si basa, così come sancito dalla norma istitutiva, su due presupposti impositivi:

• il primo costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore (IMU),

• l’altro collegato all’erogazione e alla fruizione di servizi comunali (TARI e TASI).

IMU:

L’imposta municipale propria ha per presupposto il possesso di immobili siti nel territorio del Comune, a qualsiasi uso destinati e di qualunque natura, compresi i terreni, con esclusione dell’abitazione principale classificate nelle categorie catastali diverse da A/1, A/8 e A/9 e delle pertinenze della stessa e dei terreni agricoli in quanto ricadenti in area montana delimitata ai sensi dell’articolo 15 della legge 27 dicembre 1977, n. 984; restano ferme le definizioni di cui all’art.2 del decreto legislativo 30 dicembre 1992 n. 504. 

 E' possibile accedere al servizio online per il calcolo IMU attraverso questa pagina:

TARI:

Il proprietario o l'affittuario di immobili ha l'obbligo di dichiarare al Comune il possesso, la detenzione o la cessazione dei locali così come previsto dall'art. 49 del vigente regolamento IUC. I soggetti obbligati provvedono a consegnare al Comune la dichiarazione, redatta sui moduli appositamente predisposti dallo stesso, entro novanta (90) giorni dalla data in cui il possesso o la detenzione sono cessati. I modelli di dichiarazione sono a disposizione nella sezione servizi online.

Il servizio preposto invierà ai contribuenti i relativi avvisi.

TASI:

Con seduta del Consiglio Comunale n. 8 del 19 marzo 2019 è stato confermato l'azzeramento dell'aliquota.